pirates E’ finita questa epica trilogia che ha impegnato Johnny Depp, Keira Knightley, Orlando Bloom e la Disney. Alleluia!

Ricapitolando, “I Pirati dei Caraibi” sono 3: “La maledizione della perla nera” (o “la maledizione della prima luna” in Italia, perché noi si cambia sempre i titoli…) , “Il forziere fantasma” (anche qui la traduzione da “dead man’s chest” mi lascia un po’… visto che nel terzo film continuano a chiamarlo “SCRIGNO”) e “Ai confini del mondo”.

Complessivamente quasi 9 ore di film. La struttura è quella seguita per Ritorno al Futuro, Matrix e molti altre saghe che, fatto il primo film è piaciuto al pubblico, si sono riorganizzati è hanno fatto un seguito per trilogizzarlo.

D’altronde il cast non sarebbe stato molto disposto a fare una serie TV 😀 Ora che si può dire per rovinare il film a tutti?

  1. Anch’io avrei dato il mio voto a Keira per l’elezione del “Re dei Pirati”
  2. Orlando con o senza cuore ha sempre la stessa espressione per tutto il film
  3. Quando finiscono di umpa-lumpalizzarmi i personaggi dei film? Questa volta è toccato a Depp
  4. Keith Richards (chitarrista dei Rolling Stones da cui Depp dice di essersi ispirato caratterialmente per interpretare il primo film) è il detentore del “Codice dei Pirati” e padre di Jack Sparrow: inespressivo, molto alcolizzato…
  5. L’attore che fa mastro Gibbs, che viene nominato anche come signor McNally, si chiama effettivamente Kevin R. McNally

Fine!

Voto finale: Andate al cinema! E’ lungo, è chiassoso, è velocissimo. Un malditesta unico!!!!

Annunci