Come molti ho ascoltato il nuovo album degli Elio e le storie tese, Studentessi.

Pensiero personale: Erano persone meglio. L’album è uscito per dar seguito alla pubblicità ottenuta con Sanremo e la conduzione del dopofestival. Quasi tutte le canzoni sono improponibili in un concerto dal vivo, con un pubblico di giovani che si aspetta canzoni sempre all’altezza di John Holmes, Il vitello dai piedi di balsa o Abate. Difficili anche da ascoltare, belle partecipazioni di Antonella Ruggiero, Irene Grandi, Paola Cortellesi, Claudio Baglioni… troppi. Per proporre queste canzoni c’é bisogno di un E&LST and Friends 😀

Se lo scopo delle canzoni non è quello di cantarle ai concerti, perché farle?

Per fortuna, il videoclip di Parco Sempione rialza la media 😀
AAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHH! 😀

AAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHHHH! 😀

Questo videoclip è un ottimo esercizio per studiare le inquadrature 😀

La settimana scorsa ho visto il primo film dei due conclusivi della serie Stargate SG1: The Ark of Truth
Pensiero personale: Erano persone meglio. La trama è piatta e monotona. Tutto è già stato visto, si traggono solo le dovute conclusioni della serie televisiva. Mi sarei aspettato una cura degli effetti speciali, ritmi concitati e colpi di scena a ripetizione. Nulla di tutto questo. Anzi, l’introduzione si perde in una panoramica di due minuti di montagne innevate, simile a quello del film Le due Torri se non è stato fatto un copia-incolla brutale.
Se il tentativo era quello di assomigliare idealmete ai film di Star Trek, è fallito miseramente. Non ha un inizio, uno stravolgimento e una fine. Ha solo un miscuglio di azioni, che vanno bene per una puntata ma non per essere definito film.

Da quando i replicanti possono prendere il controllo degli umani? E’ forse l’unica novità assurda del film. Spoiler a sorpresa! Ops! 🙂

Aspetto il secondo film, Continuum, che uscirà a Luglio. Speriamo sia meglio.

Annunci