Ridley Scott ha una visione particolare del cinema: si innamora dei personaggi, del loro spessore morale e psicologico. Chissene se non c’é anche una trama 😛

In effetti, i personaggi principali di Nessuna verità, che sono Ed Hoffman (Russel Crowe), Roger Ferris (Leonardo DiCaprio) e Hani (Mark Strong), sono molto ben curati. La storia è invece una palla mostruosa 😦

locandina

Trama travisata

Ferris è l’uomo sul campo, l’esecutore di parte delle operazioni in medio-oriente della CIA. Il suo capo è Hoffman, un analista di alto livello che gioca alla guerra comodamente da casa sua.

I due hanno visione diversa di come fare la guerra al terrorismo.

Ferris scende a patti con i locali, condivide informazioni riservate con gli organi di sicurezza del posto. Il tutto per ottenere fiducia e di conseguenza dei risultati nel breve tempo.

Hoffman si rimangia le promesse di Ferris e manda all’aria parecchi suoi piani, pur di ottenere il controllo delle operazioni: non importa chi venga ucciso.

Arriva inevitabilmente il punto di rottura in cui Ferris dovrà decidere se sottostare alle bastardate del capo o mollare tutto.

Fine!

Vi avevo detto che non c’era una gran trama. 😦

Ho la vaga impressione che dopo aver visto Burn after reading, ogni film di spionaggio mi apparirà ridicolo e insensato 😀

Roger Ferris: Still thinking about pussy Ed?

Roger Ferris: I can’t do this anymore.
Ed Hoffman: Yes you can. Now you go home, get a few hours sleep and you call me when you’re thinking straight.
Roger Ferris: Your know what, I AM thinking straight, alright, you’re not, you can’t ‘cause you’re a million fuckin’ miles away.

It’s about Islam, where we are and where we’re not, and it’s a very interesting, proactive, internalized view of that whole subject.

—Ridley Scott

Il mio TOP MOMENTO è stato quando mi sono accorto che avevo stretto così forte il bicchiere di carta che le mie mani si erano colorate di blu 😀
Annunci