Estratto dal sito ufficiale del turismo di Budapest
http://www.budapestinfo.hu

Budapest, situata nella zona temperata, ha un clima continentale. Luglio e agosto sono i mesi più caldi delle quattro stagioni – la temperatura può raggiungere anche i 28-30 gradi centigradi. I due mesi più freddi sono dicembre e gennaio quando il termometro può segnare addirittura meno 15 gradi centigradi. Le ore di sole al giorno superano le otto tra aprile e settembre.Il fuso orario è quello valido per l’Europa Centrale: GMT + 1 ora. Durante l’orario estivo, da marzo a fine ottobre: GMT + 2 ore.

I giorni di riposo e le feste nazionali sono il 15 marzo, 20 agosto, 23 ottobre, 1 maggio, in più secondo il calendario cristiano.

In Ungheria la rete elettrica funziona a 220 Volt, le prese elettriche sono quelle regolari a due spine di tipo continentale.


Carta Budapest

“Tutta la città è nella Sua tasca” – questo è lo slogan della Carta Budapest, prodotto introdotto nel 1997 dalla Società di Utilità Pubblica Servizio Turismo di Budapest (Ufficio del Turismo di Budapest), che offre più di cento tipi di vantaggi.

  • viaggio illimitato sui mezzi di trasporto pubblico
  • ingresso gratuito o con riduzione in 60 musei e in alcune altre curiosità
  • visita guidata a metà prezzo
  • biglietti a prezzo ridotto ai programmi culturali e folcloristici
  • sconti in ristoranti e in bagni termali
  • sconto del prezzo del noleggio di macchina, delle entrate in istituzioni sportive e in numerosi altri luoghi
  • assicurazione per il viaggio contro incidenti

Viene allegato alla Carta un depliant di 100 pagine, colorato, a quattro lingue – ungherese, inglese, tedesco, italiano -, il che descrive l’uso della carta e fa conoscere i luoghi di accettazzione (con foto, indirizzo, apertura, prezzo del biglietto d’entrata e misura dello sconto).

Valido:
48 oppure 72 ore

Prezzo nel 2008:
valido per 48 ore: 6,500 HUF.
valido per 72 ore: 8,000 HUF.

La Carta è valida per un adulto e per un bambino accompagnato che non abbia più di 14 anni.

Accessibilità:
A Budapest in più di 250 luoghi: nelle biglietterie più frequentate della metropolitana, negli uffici di informazione turistica, nelle agenzie di viaggio, negli alberghi e nell’aeroporto, nonché all’estero presso i più importanti organizzatori di viaggi e in alcuni uffici rappresentanti della compagnia aerea Malév.


Qualche fantastico negozio di vino e luoghi di degustazione nella città:

A Buda

Società del Vino di Budapest (Budapesti Bortársaság) – I. Batthyány utca 59.
Degustazione gratuita ogni sabato 14.00-17.00
Demijohn – II. Margit utca 27.
Casa dei Vini Ungheresi (Magyar Borok Háza) – I. Szentháromság tér 6.
Ci sono 450 tipi di vini di qualità, provenienti dalle 22 regioni storicamente vinifere, in una fila di cantine che è lunga più di cento metri. Colui che entra riceverà un bicchierino di degustazione, e può assaggiare liberamente 70-80 tipi di vino.
Apertura: ogni giorno 12.00-20.00
Nel Centro storico
La Boutique des Vins – V. József Attila utca 12.
Casa del Vino (Borház) – VI. Jókai tér 7.
Le Sommelier – V. Régiposta utca 14.
Vinoteca e Museo Prés Ház – V. Váci utca 10.
Più di 300 tipi di vino di qualità; degustazione gratuita; trasporto; scatole regalo (anche incise); preparazione di vini-regalo per ditte; antichità in connessione col vino, libri tecnici.
Apertura: da lunedì a venerdì 10.00-18.00, sabato 10.00-14.00

Nel Városliget

Casa dei Vini Storici (Történelmi Borok Háza) – XIV. Museo dell’Agricoltura Ungherese, Castello di Vajdahunyad
L’esibizione che ha luogo nella cantina dell’elegante edificio neobarocco, sotto l’ala gotica, presenta il passato e il presente della viticoltura e della produzione vinifera. Si può vedere qui l’interno di un palmento tradizionale, trasferito da una delle regioni vinifere del Balaton, l’interno di una cantina contadina e uno strettoio da vino che risale al 1825.
Apertura: mercoledì, venerdì, sabato, domenica 10.00-17.00

A Budafok

Industria di spumante Törley – XXII. Budafok
I gruppi possono conscere l’attività dell’ Industria di spumante Törley, facendo una prenotazione in anticipo, e possono visitare l’enorme sistema di cantine di Budafok.


Budapest puo essere considerata di nuovo (come cent’anni fa) mecca dello shopping, e non più solo come ex-paese del blocco comunista. Tranne la prima metà degli anni ’50 non mancavano generi alimentari, però gli abitanti di Budapest cosi come i visitatori per decenni furono costretti a rinunciare ai lussi della vita. Sono stati costruiti grandi centri commerciali i quali hanno trasformato le abitudini di spesa quotidiana. Tra questi il più grande e forse il più interessante dal punto di vista architettonico, il WestEnd Shopping Center situato nel centrocittà, vicino alla piazza Nyugati.
Sono nati, per molti forse troppo velocemente, i negozi di alta raffinatezza che offrono servizi lussuosi dove si puo comprare quasi tutto: antichi materiali da costruzione, cornici, formaggi speciali, tabacco da pipa, libri dell’epoca di Newton, preziosi dischi di bachelite, manoscritti di Wagner o antichi orologi da tasca. I mercati coperti ed il mercato delle pulci Ecseri offrono esperienze della vera Budapest. Vale la pena visitare anche la via dei negozi d’antiquariato nata nel 1990. Nella via Falk Miksa nel centro di Budapest, come avviene anche a Roma e Parigi pullulano i negozi di antiquariato.I SEI MERCATI COPERTI

Nagyvásárcsarnok (V., 1-3. annulare Vámház) Il Gran Mercato Coperto si trova vicino alla riva del Danubio. Una volta le merci arrivavano in barca attraverso le gallerie sotteranee. I prodotti dell’arte rustica venduti al primo piano del mercato sono molto costosi.

Hold utcai csarnok (V., 13. via Hold) Mercato coperto della via Hold. Un tesoro nel centrocitta, nelle vicinanze del Parlamento.

Rákóczi téri csarnok (VIII., 7-9., piazza Rákóczi) Mercato coperto Rákóczi. La Budapest quotidiana senza turisti.

Hunyadi téri csarnok (VI., piazza Hunyadi) Mercato coperto della piazza Hunyadi. L’unico che non e stato ancora rinnovato dal 1990, aperto nel 1997. Nel mercato c’e un famoso negozio di pregiati prodotti alimentari.

Klauzál téri csarnok (VII., piazza Klauzál) Mercato coperto della piazza Klauzál. Nel centro del vecchio quartiere ebreo.

Batthyány téri csarnok (I., 5., piazza Batthyány) Mercato coperto della piazza Batthyány. Un bel mercato rinnovato nel 2003 con negozi al primo piano, una buona caffetteria e con una vista sulla piazza piu bella di Budapest e sul Parlamento.

MERCATI DELLE PULCI ED ANTICHITA’

Mercato Ecseri (1194 Nagykõrösi út 156.)
Un vero mercato delle pulci di una grande citta. Ottimo programma sia per gli stranieri che per gli ungheresi. A partire della meta del 19° secolo si trasferi sempre piu fuori dalla citta. Alla meta degli anni del 1960 e stato trasferito dalla strada Ecseri, ma il nome e rimasto invariato e sempre „Ecseri”. L’altra denominazione conosciuta e „Tangó”. L’area completa del mercato e 16500 mq, quasi tutta l’area e coperta da tetto per proteggere contro la pioggia, per cui vale la pena visitarlo anche col brutto tempo. Aperto: dal lunedi al venerdi, dalle 8.00 alle 16.00, sabato dalle 6.00 alle 15.00 e domenica dalle 8.00 alle 13.00. I collezionisti lo visitano la mattina presto del sabato, quando i turisti ancora dormono.
Trasporti pubblici: l’autobus 54, dalla piazza Boráros. Il viaggio dura 22 minuti fuori orario di punta.

Mercato delle Pulci di Budapest davanti al Palazzetto Petõfi (1146 Zichy Mihály út 14.)
Ogni sabato e domenica dalle 8.00 alle 14.00. Tra le centinaia di venditori si trovano pochi professionisti, la maggior parte e dilettante o povera. In esso viene rappresentata quella popolazione di Budapest ai margini della societa. Ma un serio collezionista puo trovare tesori inestimabili.

Pintér (V., 10., via Falk Miksa) Un negozio molto interessante sulla via Falk Miksa, che sulla via ha solo due finestre modeste, ma dentro e un vero universo: quadri, mobili, lampadari in 1800 metri quadrati.

Galleria Nagyházi (V., Budapest, via Balaton 8., angolo della via Falk Miksa) Un negozio di grandi dimensioni con dipinti, mobili e tele tradizionali. Vengono organizzate anche aste.

Viale Múzeum – la via dei negozi d’anticqario (V., viale Múzeum, dalla piazza Astoria fino alla piazza Kálvin) Piu di una dozzina di negozi, dai libri usati alle vere rarita. Incunaboli, manoscritti, cartoline. Apertura di solito nei giorni feriali dalle 10.00 alle 18.00, sabato dalle 10.00 alle 14.00.

SEI PRODOTTI UNGHERESI – UNGARICO PER REGALO

Vino di Tokaj Come e conosciuto, nei dintorni di Tokaj crescono solo vitigni bianchi, pero da questi vengono prodotti tanti tipi di vino a partire dal secco fino al passito, vino dolce da dessert graduato in base al numero di bigonci, tanto pregiato quanto e piu alto il numero dei mastelli. La regione vinifera e completamente rinata, dopo gli anni 1990 hanno investito nella regione soprattutto ditte francesi.

Unicum L’amaro avente piu di 200 anni viene messo in commercio in bottiglie a forma sferica – si deve consumare freddo. Viene venduto in diverse misure.

Peperoncino rosso in sacchetto di lino Sebbene sia di origine americano, la macinazione e una tradizione ungherese e non puo mancare nei piatti tipici ungheresi.

Copia moderna di una foto degli anni 30 Numerosi geni della storia fotografica sono emigrati dall’Ungheria. I loro coetanei sono rimasti. Nella libreria della Mai Manó Ház si puo prendere a buon prezzo copie bellissime delle negative. (VI., via Nagymezõ 20..)

Servizio di porcellana di Herend La manifattura di circa 200 anni produce quasi 12.000 tipi di manufatti. Si acquistano a Budapest nel negozio: VI., viale Andrássy 16.

Opere sinfoniche di Ferenc Liszt in CD, per esempio rappresentate dall’Orchestra Festival di Budapest. Liszt fondo l’Accademia della Musica di Budapest. Anche se passo poco tempo in Ungheria, si considero sempre ungherese.

Annunci