Star Trek – Il futuro ha inizio

Locandina

Locandina

Titolo originale: Star Trek

Paese: USA

Anno: 2009

Durata: 126 min

Genere: fantascienza

Regia: J.J. Abrams

Soggetto: basato su Star Trek di Gene Roddenberry

Sceneggiatura: Alex Kurtzman, Roberto Orci

Produttore: J.J. Abrams, Damon Lindelof, Stratton Leopold

Produttore esecutivo: Alex Kurtzman, Roberto Orci, Bryan Burk, Jeffrey Chernov, Edward Milstein, Bill Todman Jr., Paul Schwake

Distribuzione (Italia): Universal Pictures

Interpreti e personaggi

  • Chris Pine: James T. Kirk
  • Zachary Quinto: Spock
  • Karl Urban: Dott. Leonard “Bones” McCoy
  • Simon Pegg: Montgomery “Scotty” Scott
  • Zoë Saldaña: Nyota Uhura
  • John Cho: Hikaru Sulu
  • Anton Yelchin: Pavel Chekov
  • Eric Bana: Nero
  • Bruce Greenwood: Cap. Christopher Pike
  • Winona Ryder: Amanda Grayson
  • Leonard Nimoy: Spock anziano
  • Ben Cross: Sarek
  • Greg Ellis: Capo Ingegnere Olsen
  • Jennifer Morrison: Winona Kirk
  • Chris Hemsworth: George Samuel Kirk
  • Clifton Collins Jr.: Gen. Ayel
  • Rachel Nichols: Gaila
  • Jimmy Bennett: James T. Kirk da bambino

Fotografia: Dan Mindel

Montaggio: Maryann Brandon, Mary Jo Markey

Musiche: Michael Giacchino

Scenografia: Scott Chambliss

Trama travisata.

Quando Spock sbaglia fa grossi, ma grossi danni.

L’ultima missione dell’ambasciatore doveva salvare Romulus dalla trasformazione del loro sole in una supernova, impedendola. Ma oops… è arrivato tardi. 😛

Poi decide che visto che è lì porterà a termine l’operazione: estrarre un po’ di MATERIA ROSSA, termine tecnico :D, e farla incendiare nella stella. Ciò avrebbe portato la stella allo stadio precedente.

Ma oops… diventa una singolarità che inghiotte la nave spaziale di Spock e una nave mercantile romulana comandata da Nero.

Nel loro viaggio a ritroso nel tempo, la nave di Nero fa più strada, uscendo 25 anni prima dell’uscita di Spock e quindi i romulani attendono pazientemente l’arrivo dell’ambasciatore. Si tengono in disparte dalle vicende del quadrante alfa. Le uniche eccezioni sono gli incontri con la U.S.S. Kelvin al loro arrivo (per chiedere l’ora e stravolgere il futuro di James T. Kirk e dell’intero quadrante) e uno screzio dopo anni con i Klingon (che notoriamente prima attaccano e poi comprendono chi hanno di fronte 😛 )

Ma lo spettacolo inizia quando Spock approda al tempo normale. Nero cerca una compensazione al torto subito, James T. Kirk cerca di recuperare una vita di una realtà alternativa, il giovane Spock ha qualche problema di tipo emotivo, non ha mai superato l’esame del Kolinar per la sua metà umana e non c’è momento in cui la alterigia vulcaniana non glielo faccia pesare.

Saltando il resto, vi dico che finisce con il vecchio ambasciatore Spock dell’universo altenativo A che dice al giovane comandante Spock dell’universo alternativo B “Io ho fatto uno sbaglio colossale, ma sono vecchio. Ora sono fatti tuoi” 😛

Non è un prequel perché tutta la realtà è modificata dall’arrivo di Spock e Nero nel passato. Kurtzman e Orci hanno trovato un’ottima scappatoia per dare a Star Trek un nuovo inizio dopo la chiusura di tutte le serie nel 2004.
Le uniche cose che come trekker mi sono sembrate fuori dal mondo di Star Trek sono state:

  1. le scritte di logica e la matematica umana nelle lezioni dello Spock bambino su Vulcano
  2. una orionana nella flotta stellare. La tipa verde manderebbe a farsi benedire la disciplina di qualunque cadetto 😀
  3. che ci fanno Sarek e soprattutto Amanda Grayson (padre e madre di Spock) nel tempio riservato agli anziani conservatori del sapere vulcaniano.
  4. il comportamento dell’ambasciatore Spock va a cozzare lievemente con la Prima Direttiva o almeno una delle sue estensioni 😦
  5. la MATERIA ROSSA assomiglia troppo all’artefatto di Rambaldi in ALIAS 😛
  6. Spock non l’ho mai visto così passionale come in questo film, se esclude il periodo del Pon Far (in cui i vulcaniani perdono completamente il controllo 😀 )
Un film di fantascienza effervesciente e comico è molto più adatto al pubblico moderno.

Se l’obiettivo era quello Abrams l’ha raggiunto.

Difficile sarebbe stato non andare in contrasto con tutto il materiale di Star Trek prodotto dalla Paramount in passato, infatti qualche crepa c’é.

Tuttavia ci sono parecchi riferimenti e per i trekker il vedere come Kirk supera il test della Kobayashimaru è più importante di tutto il resto del film 😀

Annunci