Racconti incantati

locandina

locandina

Titolo originale: Bedtime Stories
Lingua originale: Inglese
Paese: USA
Anno: 2008
Durata: 99 min
Genere: commedia, fantastico
Regia: Adam Shankman
Sceneggiatura: Matt Lopez, Tim Herlihy
Produttore: Andrew Gunn, Adam Sandler, Jack Giarraputo
Distribuzione (Italia): Walt Disney Pictures
Interpreti e personaggi

  • Adam Sandler: Skeeter Bronson
  • Keri Russell: Jill
  • Guy Pearce: Kendall
  • Russell Brand: Mickey
  • Richard Griffiths: Barry Nottingham
  • Teresa Palmer: Violet Nottingham
  • Lucy Lawless: Aspen
  • Courteney Cox: Wendy
  • Jonathan Morgan Heit: Patrick
  • Laura Ann Kesling: Bobbi
  • Jonathan Pryce: Marty Bronson
  • Rob Schneider:L’indiano/Il rapinatore

Fotografia: Michael Barrett
Montaggio: Tom Costain, Michael Tronick
Musiche: Rupert Gregson-Williams
Scenografia: Linda DeScenna

Trama travisata.

Marty Bronson aveva un albergo a conduzione familiare. Lui faceva il concierge, la figlia Wendy era impiegata nelle mansioni della portineria e il figlio Skeeter si occupava di tutto il resto.

Domanda: il lavoro minorile non è stato abolito negli U.S.A.? 😛

Ma a causa di investimenti sbagliati, Marty fu costretto a vendere il suo albergo.

Passano gli anni e Marty è morto, Wendy è diventata una arcigna preside di scuola elementare e Skeeter è ancora un tuttofare.

Quello che permette a Skeeter di tenere duro è il sogno di poter dirigere l’albergo di suo padre, ora divenuto grande hotel di lusso.

Invece Wendy se la passa male, la scuola sta per chiudere e lei è costretta a trovare un nuovo lavoro. Quindi è costretta ad affidare al fratello i suoi due figli mentre lei è fuori città per avere una serie di colloqui di lavoro.

Skeeter e i ragazzi si trovano subito bene assieme, soprattutto mentre inventano le loro storie epiche piene di gesta eroiche, altruismo, romanticismo con svolte incredibili e senza senso.

La volontà dei nipoti, ma soprattutto di Skeeter, di credere che tali storie siano vere fan sì che lo diventino creando situazioni piene di gesta eroiche, altruismo, romanticismo con svolte incredibili e senza senso 😛

Skeeter Bronson: What’s on my head?
Patrick: Bugsy.
Skeeter Bronson: Why do you call him Bugsy?
Patrick: Because of his eyes.
Skeeter Bronson: Well let’s see his eyes.
[sees Bugsy’s huge eyes and screams]
Skeeter Bronson: Wow! Those eyes would be big on a cow!

Skeeter Bronson: His name was Mr. Underappreciated.
Patrick: What is underdemeciated?
Skeeter Bronson: What?
Patrick: Underdemeciated?
Skeeter Bronson: That’s right, I forgot, you’re 6, well his name was Sir Fix-a-lot.

Marty Bronson: Your fun is only limited by your imagination.

Valutazione finale.
Decisamente meglio della Leggenda di cuore di inchiostro. Avranno un budget diverso, ma questo film vale la spesa fatta. La stranezza è stata la distribuzione in Italia, un po’ carente. Se l’ho visto solo quando è stato proposto dal cineforum estivo, ci sarà un motivo 😀

Il regista Adam Shankman ha già diretto Hairspray e Il ritorno della scatenata dozzina.

Ho avuto piacere di rivedere Lucy Lawless (l’ultima volta l’ho scovata nella serie tv Battlestar Galactica) molto più di quanto lo abbia di aver rivisto Guy Pierce, Keri Russell e Courteney Cox 😛

Insomma: lei è XENA! 😀 😀

Annunci