Alice in Wonderland
Scena

Scena con Depp: sembra più IT che il cappellaio matto 😦

Locandina

Locandina senza Depp, no aspetta: è in profondità 😛

Lingua originale: Inglese
Paese: Stati Uniti d’America
Anno: 2010
Durata: 110 min
Genere: avventura, fantastico
Regia: Tim Burton
Soggetto: dal romanzo di Lewis Carroll
Sceneggiatura: Linda Woolverton
Produttore: Tim Burton, Joe Roth, Richard D. Zanuck, Jennifer Todd, Suzanne Todd
Produttore esecutivo: Peter M. Tobyansen
Casa di produzione: Walt Disney Pictures, The Zanuck Company, Team Todd, Tim Burton Animation Co.
Interpreti e personaggi

  • Mia Wasikowska: Alice Kingsley
  • Johnny Depp: Cappellaio matto
  • Helena Bonham Carter: Regina Rossa
  • Anne Hathaway: Regina bianca
  • Crispin Glover: Fante di cuori
  • Marton Csokas: Charles Kingsley
  • Eleanor Tomlinson: Fiona Chataway
  • Frances de la Tour: Zia Imogene
  • Matt Lucas: Tweedledee e Tweedledum

Doppiatori originali:

  • Stephen Fry: Stregatto
  • Alan Rickman: Brucaliffo
  • Christopher Lee: Ciciarampa
  • Michael Sheen: Bianconiglio
  • Timothy Spall: Bloodhound
  • Noah Taylor: Lepre Marzolina
  • Michael Gough: Il Dodo

Fotografia: Dariusz Wolski
Montaggio: Chris Lebenzon
Effetti speciali: Michael Lantieri, Michael Dawson
Musiche: Danny Elfman
Scenografia: Robert Stromberg

Trama travisata.

Un padre compra alla propria bambina un cucciolo che si rivela essere un mostro che si nutre e cresce dell’affetto che la famiglia gli dà. Cresce così tanto da passare a malapena per i corridoi di casa, ma soprattutto non riesce più ad infilarsi in auto. Riuscirà la famiglia a portare il proprio mostro domestico in settimana bianca?

Morale: sai cosa succede ad affezionarsi un mostro… 😀

… questa è la trama di uno degli spot che hanno mandato in visione prima del film 😛

Ma io ritengo che come trama sia più Alice di Alice in Wonderland di Tim Burton 😦

E ora il film di oggi 😀

Alice Kingsley è cresciuta con ricorrenti incubi notturni a base di conigli, stregatti e regine colleriche 😛

Ora è grande, ha diciotto anni e viene invitata a prendere marito…

(Mi piaceva la formula. Ditelo anche voi, con faccia crucciata e ondeggiando lievemente la testa che vi sembrera improvvisamente pesantissima: invitata a prendere marito 😀 😀 )

e mentre tutti stanno aspettando una risposta alla domanda di matrimonio, lei scappa peggio di Julia Roberts 😛

Si ritrova ad inseguire un gigantesco coniglio bianco, cade nella sua tana e da lì accede al paese delle meraviglie. In breve tempo, si rende conto che anche lì tutti la attendevano con trepidazione per far avvenire il Giorno Gioiglorioso, in cui le verrà richiesto di uccidere un mostro, il Ciciarampa (in originale Jabberwocky, tratto da un poemetto nonsense di Lewis Carrol inserito in Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò)

Era brilligo, e gli unsci tovi
giraschiavano e succhiellavano i pratiali.
Tutti eran mimsi i borogovi
e il momoratso ultrarraffava.

E alla domanda di Alice perché dovrei ucciderlo?, tutti si limitano a risponderle perché sei Alice!

Questo le basta a convincersi che:

  • è giusto uccidere il Ciciarampa
  • è opportuno pianificare il proprio futuro in base ai propri desideri e non alle aspettative altrui
  • dovrebbe smettere di bere liquidi che la fanno rimpicciolire e biscotti che al contrario la ingigantiscono
  • ma soprattutto basta con funghi, droghe e suffumigi di vapori strani 😛

Fine.

Stayne – Knave of Hearts: If you’re hiding her, you will lose your heads.
The Mad Hatter: [as Stayn clutches his throat]
[strained]
The Mad Hatter: Already lost them.

The Mad Hatter: Have I gone mad?
[Alice checks Hatter’s temperature]
Alice Kingsley: I’m afraid so. You’re entirely bonkers. But I’ll tell you a secret. All the best people are.

Stayne – Knave of Hearts: Alice has escaped.
[Red Queen slaps him]
Stayne – Knave of Hearts: On the Bandersnatch.
[Red Queen slaps him again]
Stayne – Knave of Hearts: With the Vorpal Sword.
[Red Queen slaps him again]

Valutazione finale.

Graficamente è ineccepibile, Tim Burton è riuscito a riprodurre il mondo di Carrol al meglio della computer graphic attuale. 😀

Il problema è tutto il resto 😦

I personaggi sono caratterialmente sbagliati, ad esempio:

  • il cappellaio è troppo logico e coraggioso
  • il bianconiglio troppo poco servile e irrequieto

La trama sembra quella di un qualsiasi fantasy (troppo simile a quelle di Narnia, Il Signore degli Anelli o La bussola d’oro, per intenderci).

Credo che sarei stato più felice se fossi uscito dalla sala con una faccia interrogativa e chiedendomi che cosa ho visto? 😀

Quindi, bello ma troppo lineare 😛

Titoli vagliati:

  • Alice in Narnia
  • Prendete un Ciciarampa. Fatto?
  • Come fanno a starci 4 Ciciarampa in una 500?
  • Donne! E’ arrivato lo stregatto e il cappellaio matto!
Ho scoperto che la campagnia pubblicitaria di The space cinema che potremmo chiamare Sagoma comedy, quella del loghi animati per intenderci, è stata creata da Fabrica, il centro di ricerca in comunciazioni del gruppo Benetton.

Il logo animato cambia ad ogni film, almeno finché avranno i soldi :P, e sarà personalizzato in base ad esso.

Purtroppo non ho ancora trovato una fonte sul web che mi permetta di farvela vedere 😦

Io e vlad, vedendo le immagini, abbiamo ribattezzato la campagnia col nome What is this smell? (Cos’è questo odore?)

Quando parte il filmato ci facciamo la domanda, quando finisce abbiamo la risposta 😀

Per questo film abbiamo concordato che fosse semplicemente: Coniglio!

Giocate con noi, dite la vostra! 😀 😀

Annunci