Prince of Persia: Le sabbie del tempo

Locandina

Locandina

Titolo originale: Prince of Persia: The Sands of Time
Lingua originale: Inglese
Paese: Stati Uniti
Anno: 2010
Durata: 116 min
Genere: avventura, azione, fantastico
Regia: Mike Newell
Soggetto: storia e videogioco di Jordan Mechner
Sceneggiatura: Jordan Mechner, Carlo Bernard, Doug Miro, Boaz Yakin
Produttore: Jerry Bruckheimer
Produttore esecutivo: John August, Jordan Mechner, Chad Oman, Mike Stenson
Casa di produzione: Jerry Bruckheimer Films, Walt Disney Pictures
Interpreti e personaggi

  • Jake Gyllenhaal: Dastan
  • Gemma Arterton: Tamina
  • Alfred Molina: Sceicco Amar
  • Ben Kingsley: Nizam

Fotografia: John Seale
Effetti speciali: Trevor Neighbour, Jalila Otky, Trevor Wood
Musiche: Harry Gregson-Williams
Costumi: Penny Rose

Trama travisata

Tanto tempo fa c’era un impero che si estendeva molto nel continente asiatico, chiamato Persia in cui ognuno faceva un po’ ciò che gli pareva 😛

Dastan, piccolo orfano che vive nelle strade della capitale, si ribella alle angherie dei soldati e il re lo premia accogliendolo come un figlio alla sua corte.

Passano gli anni e nella nuova famiglia Dastan si accorge che qualcosa non va: sembrano tutti felici, tutti contenti ma sotto sotto Dastan sarebbe più al sicuro in un covo di tagliagole 😀

Durante una campagna militare, il consiglio di famiglia decide di fare una deviazione e assediare una città sacra all’insaputa del re. Venutolo a sapere, il re arriva per rimproverare i figli. Dastan cerca di spiegare che lui almeno ha cercato di limitare le vittime, ma il re gli risponde: “Avete chiesto PRIMA se si consegnavano spontaneamente?” 😀

Il re muore durante le celebrazioni per la vittoria, Dastan è stato trovato con la “pistola fumante” ancora in mano (passatemi la divertente metafora 😛 ), grida al complotto e scappa.

Riuscirà a far prevalere la giustizia, rivelando il vero colpevole?

Mike Newell ha già diretto il quarto episodio della saga di Harry Potter (… e il calice di fuoco) e L’amore ai tempi del colera. Non è certo un regista di genere 😛

Il film prende spunto dal videogioco della UBISoft del 2003, omonimo del film, ed elementi dai due episodi successivi. E già si parla che c’è materiale per almeno un sequel. Quindi tutto dipende dagli incassi di questo film e potremmo subire una nuova trilogia prodotta dal binomio Disney/Bruckheimer.

Io sto ancora attendendo che finiscano quello di National Treasure 😦

Annunci