The American

locandina

locandina in bianco, nero e arancione 😀

Lingua originale Inglese, italiano
Paese USA
Anno 2010
Durata 100 min
Genere Drammatico, thriller
Regia Anton Corbijn
Soggetto Martin Booth
Sceneggiatura Rowan Joffe
Produttore George Clooney, Grant Heslov, Jill Green, Moa Westeson, Anne Carey
Casa di produzione Focus Features, Greenlit Rights, Smoke House, This Is That Productions
Distribuzione (Italia) Universal Pictures
Fotografia Martin Ruhe
Montaggio Andrew Hulme
Scenografia Mark Digby
Interpreti e personaggi

  • George Clooney: Jack / Edward
  • Violante Placido: Clara
  • Thekla Reuten: Mathilde
  • Paolo Bonacelli: Padre Benedetto
  • Filippo Timi: Fabio
  • Johan Leysen: Pavel
  • Irina Björklund: Ingrid
  • Anna Foglietta: Anna
Trama travisata (tanto quella originale è di una palla pazzesca)

Jake non ha un posto tranquillo in cui stare. Tutti lo vogliono morto (come la signora Fletcher) o lo vorrebbero fottere. Chi gli vuole bene gli consiglia di rintanarsi in un posto più desolato di quello in cui è attualmente, la lapponia.

Apre un sondaggio tra i suoi amici del social network su che località sia più amena al mondo e Castelvecchio in provincia di Pescara vince a mani basse 😀

Arrivato sul posto si rende conto che a tumularsi vivo avrebbe sofferto meno che vivere lì e quindi decide di insediarsi nella vicina Gomorra… oops, volevo dire Castel del Monte.

Lì inevitabilmente si fa nuovi amici, conosce Clara e anche il suo acerrimo nemico che gli incute la più grande paura in tutto il film: l’uomo con lo scooter scoppiettante (potrebbe essere SuperGiovane??? 😛 )

La paura è tanta che Jake decide di abbandonare il suo lavoro: il montatore di fucili per l’IKEA. Questa commessa sarà anche l’ultima.

Il film potrebbe durare in eterno, sicario dopo sicario che arrivano nel piccolo paesino (che ha un cinema multisala che da i film in lingua originale e anche un bordello), ma dopo un po’ i cadaveri si accumulano e anche la polizia finalmente ne sente la puzza 😀

L’unico quesito che rimane è:  riusciranno a uccidere Jake prima che Castel del Monte diventi Cabot Cove? 😛

Valutazione finale.
Primo lungometraggio per Corbijn e a parte qualche scelta che richiama un cinema di tipo europeo, lo fa anche troppo!!! Sembra che abbiano preso la prima sceneggiatura che parlasse dell’Abruzzo e abbiano fatto un film senza nessuna idea di fondo. Una sequenza di meri accadimenti, lenti e noiosi a cui le musiche in sottofondo cercano di dare un po’ di emozione 😦

Mi spiace per Violante Placido, che in questo film ha dato tutta se stessa… Non pensate male… 😀

Father Benedetto: Of course… You’re American. You think you can escape history. You live for the present.
Jack: I try to, Father.

Father Benedetto: All the sheep in my flock are dear to me. But some are dear the most. Especially those that have lost their way.

Annunci