Tag Archive: Dustin Hoffman


Kung Fu Panda è l’erede di Bee Movie ma è lungi dall’esserne migliore. Carino sì, ma non da ricordare… e forse so perché. Nella versione italiana i doppiatori (tranne Fabio Volo che è la voce bresciana del panda Po) sono tutti professionisti ma non famosi. La versione originale ha le voci di Jack Black, Lucy Liu, Angelina Jolie, Dustin Hoffman, Jackie Chan e altri. Ovvio che il budget sia spostato a discapito dell’originalità sceneggiativa. Poche battute spassose e molte già usate in altre produzioni precedenti.

Trama travisata.

Po è il figlio di un oca (mistero che avvolgerà tutto il film) e lavorano entrambi nel business degli spaghetti di riso in brodo. Po sogna di diventare celeberrimo come le 5 furie e il destino vuole ad ogni costo che lui lo diventi. Il pretesto è la fuga del temibile Tai Lung, ma poteve essere una buccia di banana … o anche cavalli ;D

L’importante è credere in se stessi, come al solito. 😀

loc
Zach Helm, scrittore e regista, ha messo in piedi un buon film liberty. 😀

Cosa intendo?

Mentre lo guardi ti appassioni alla storia, alle immagini e ai suoni. Quando finisce ti chiedi “Cosa ho visto?“.

Avete presente Lemony Snicket, da cui abbiamo coniato la frase “Hai una faccia da Lemony Snicket” per indicare quell’espressione che rimane in volto quando ti senti insoddisfatto perché qualcosa è incompleto.

Alla fine di questo film rimani con l’espressione inebetita di Dustin Hoffman per tutto il film. Non so se sia un bene o un male. Giudicate voi. 😀

Rimane il fatto che i titoli di testa sono lunghi per un film di due ore e la divisione in capitoli della trama, simile alla Ricerca della felicità di Muccino, aggrava questa impressione.

I titoli di coda sono invece uno spasso. Erano scritti come si esprimerebbe un bambino per spiegare i ruoli all’interno del film:

  • Gente che era lì
  • Gente che seguiva gente che era lì con la telecamera
  • Gente che creava cose che erano lì
  • Gente che creava cose che non erano lì
  • Gente che si assicurava che gente che era lì venisse pagata
  • Gente che ha fatto le musiche
loc
Il film si basa su 4 personaggi fondamentali nella trama:

  • Mr. Magorium, giocattolaio magico e avido consumatore di scarpe.
  • Molly Mahoney, compositrice che, in attesa di trovare l’ispirazione per completare la scrittura un concerto per piano, dirige la bottega. Sente di avere una scintilla magica dentro, ha una mano maledetta che si muove fuori dal suo controllo e abusa fortemete di collirio.
  • Eric, bambino introverso ed isolato dai suoi coetanei, con la passione per le costruzioni complesse (il ponte sullo stretto di Messina lo affiderei a lui 😀 ) e collezionista di cappelli bizzarri.
  • Henry, contabile (o come detto da loro mutant-contante), che per regalo porta moduli ben completati e ha difficoltà a comprendere il significato della parola magico.
La trama è più o meno questa. Dustin Hoffman ha bucato le suola del suo ultimo paio di scarpe e, invece di farle riparare, decide che è ora che muoia. Ha 243 anni, ha evaso le tasse americane per più di 200 ed ha dato ad Edison l’idea della lampadina. Direi che abbia fatto una vita intensa 😀

Decide quindi di assumere un mutante per passare il negozio a Natalie Portman, che però non crede ad una correlazione tra durata delle scarpe e vita del giocattolaio. Lei tenta di convincere il vecchio a non tirare le cuoia, lui le regala un cubo di mangrovia come risposta alle sue perplessità oltre al consiglio di darla via al primo che capita 😀

Il cubo è il protagonista indiscusso di questa storia, candidato all’oscar come Miglior oggetto solido non animato protagonista 2008 😀

Ma neanche il negozio è contento della decisione di Hoffmann e quindi fa i capricci. Alla morte del giocattolaio, il negozio entra in coma.

Toccherà a Portman riconoscere che i consigli del vecchio erano giusti (soprattutto il secondo), peggiorare l’abuso di collirio e prendere le redini magiche del negozio.

Fine!

Breve apparizione di Kermit, la rana dei Muppet Show, che si fa vedere tra i bambini del negozio mentre riempie un carrello. Avrà pagato? 😀

Ted Ludzik … Bellini, the Bookbuilder
Natalie Portman … Molly Mahoney, the Composer
Zach Mills … Eric Applebaum, the Hat Collector
Dustin Hoffman … Mr. Edward Magorium, Avid Shoe-Wearer
Madalena Brancatella … Jessica, Who Got a Cowboy Hat
Paula Boudreau … Brenda, Who Wants a Mobile
Mike Realba … Dave Wolf, Who’s an Engineer
Steve Whitmire … Kermit the Frog Performed By
Liam Powley-Webster … Andy, the Boy Who Likes to Color
Marcia Bennett … Lora, Who Wants a Fire Engine
Jason Bateman … Henry Weston, the Mutant
Oliver Masuda … Jordan, Who Said Hi
Samantha Harvey … Cassie, the Girl Chased by a Goose
Jesse Bostick … Derek, Who Opened the Door
Isaac Durnford … Jason, Who’s a Little Too Curious
Daniel Gordon … Jimmy, Who Captures the Ball
Rebecca Northan … Ellie Applebaum, the Mom
Dash Grundy … Ari, Who Wants a Book
Dylan Authors … Mark, Who Fingerpaints
Aidan Koper … Brett, the Yo-Yo Guy
Lin Lin Feng … Angie, Who Wants Nearly Hit by a Blimp
He Wen … Larry, Who Held on for Dear Life
Gan Zhen … David, Who Also Held on for Dear Life
Quancetia Hamilton … Gia, with a Squid on Her Head
Matt Baram … Eddie, the Dentist
Jonathan Potts … Dr. Dunn, Who Gives People Sedatives
Matthew Peart … Wyatt, Who Sells Hot Dogs
David Rendall … Tim, the Hot Dog Manager
Kiele Sanchez … Mrs. Goodman, Who Wants the Store
David Collins … Tom, the Realtor
Michael Costa Parke … Jack, Who Thinks It’s Magic
Milo Gladstein … Milo, Who’s Not Bad
Daniella Tokic … Nurse
Titoli vagliati e scartati:

  • Qui giace Molly Mahoney, avida abusatrice di collirio
  • Che cosa significa “magico”?
  • “Signor Vergnano, tu insegna me vero caffé italiano!”