Visto che fatico a trovare 5 minuti liberi ultimamente, per mandare l’angolo, questa settimana lo cedo alla cimice… volevo dire… a Matteo:

Amanita falloide
E anche quest’anno è arrivato settembre, inizia la mietitura del mais, la vendemmia e puntuale come ogni anno arriva il secondo amico dell’uomo dopo il cane: LA CIMICE !!!!

Adesso io vorrei fare un’inchiesta a livello mondiale per scoprire quante persone al mondo provano qualche sentimento che sia diverso dallo schifo verso questo inutile e stupido insetto. La cimice provoca nella razza umana questo ribrezzo perché è un concentrato di fastidiosità racchiusa in un cosino piccolissimo!

Volete che vi elenca tutti i suoi pregi? Presto fatto!

  1. Il rumore che provoca volando è quanto di più fastidioso esista in natura: sembra che gli abbiano tolto il silenziatore dalla marmitta
  2. Si infila in qualunque capo di abbigliamento uno abbia messo a stendere al sole e predilige in particolare le lenzuola (in modo da sorprenderti nel sonno quando meno te lo aspetti!) e le maniche delle camice
  3. E’ attirato in maniera ossessiva da ogni fonte di luce ma non si accontenta di girarci intorno come le più intelligenti falene. No, lui tira di quelle capocciate allucinanti che, se fosse un cristiano (inteso come razza umana) alla prima botta sarebbe già morto. Ma siccome non è dotato di cervello, si ostina a sbattere sulle lampade finché, con la grazia che lo contraddistingue nel volo, stramazza a terra.
  4. A questo punto, nel 100% dei casi (provate a farci caso!!!) cade a pancia all’insù e, avendo anche un corpo sproporzionato in rapporto alle zampette, non riesce più a raddrizzarsi. Il rumore che provoca  dimenandosi è assurdo! E se tenti di non farci caso lui, solo per istinto di sopravvivenza, aumenta il rumore finché non sei costretto ad andarlo a raccattare con la carta igienica per buttarlo nel water.
  5. Se la fonte di luce è dotata di plafoniera stai pure sicuro che, l’essere più ostinato di questo mondo, riesce prima o poi ad entrarci. Va a pancia all’aria e comincia a dibattersi provocando un rumore sul vetro che in confronto quello che provoca per terra è musica soave!!!
  6. A questo punto i casi sono due:
    • se nella plafoniera ci sono le vecchie lampadine ad incandescenza che scaldano parecchio, l’inutilità fatta insetto nel giro di qualche minuto passa a miglior vita.
    • ma siccome ormai nelle case degli italiani ci sono lampadine a basso consumo, che producono poco calore, l’insetto sopravvive per ore portandoti al limite della crisi nervosa!
    • oltre a questo sei costretto a smontare periodicamente la plafoniera per eliminare i cadaveri.
  7. Come gran finale, nostro Signore sapendo di aver creato un insetto inutile, sgradevole che ogni volta che lo vedi ti vien voglia di schiacciarlo, lo ha dotato di un’arma segreta per difendersi che neanche James Bond e Batman ne avevano di così tremende! Se solo ti azzardi sfiorarlo (ma basta anche che lo guardi storto o lo mandi a cagare, è permaloso anche!) lui depone una goccetta microscopica che emana una puzza nauseabonda che non si può descrivere!!!

Vi basta? Ah, per finire mi sono immaginato la conversazione tra Nostro Signore e Gesù che ha portato alla creazione della cimice (uno spunto me l’ha dato Paolo):

Nostro Signore, dopo aver creato l’universo, la terra, noi e tutto il resto, il settimo giorno, cioè la Domenica, riposò. Quel pomeriggio era sbracato sul divano con in mano un sacchetto di patatine e la sua birra preferita e stava vedendo la partita in tv: Real Cherubini Vs Atletico Serafini.

Nostra Signora, come ogni dolce moglettina, dopo dieci minuti di partita era già stufa di vederlo lì a poltrire, passa davanti alla tv, gliela spegne e lo invita a trovarsi qualcosa da fare. Lui si reca nel suo laboratorio per vedere se gli era rimasto qualche ingrediente per creare ancora una forma di vita. Comincia ad aprire i cassetti, vuoto, vuoto, vuoto.

BINGO!!!! una piccola ampollina con un’etichetta “PUZZA DI PUZZOLA”. Ne aveva creata troppa per cui, non potendo riempire la terra di puzzole, aveva deciso di tenerla da parte. A questo punto pensa “la puzza ce l’ho….mi serve il mezzo di trasporto. Visto che ho già creato un mammifero che puzza adesso facciamo un insetto!”

Nessuna idea.

Allora prende un foglio e va dal piccolo Gesù che era nella sua cameretta e gli mette davanti carta e matita.

“Gesù, disegnami un insetto carino come piace a te ok che poi gli diamo la vita?”

Dopo un’ora Gesù scende e porge il foglio a Nostro Signore che lo guarda perplesso

“Senti qua Gesù ‘sto coso che hai disegnato, vedo che ha delle alette”

“Sì, Babbo”

“Gesù, per le leggi della fisica non potra mai volare è sproporzionato!”

Gesù comincia a piangere

“Va bene, dai! Non è un problema lo facciamo volare, ma comunque lo faccio bello corazzato perché mi sa che andrà spesso in stallo. Allora, il cervello l’ho finito per cui vola, fa puzza ma non ragiona. Va bene lo stesso vero?”

“Sì, sì, Babbo. Così è più divertente. Se ragiona poi non va più a sbattere!”

“Ah, ma le zampe? Sono cortissime, se si ribalta non riesce più a girarsi”

“Babbo, la tartaruga è uguale e mi fa morir dal ridere quando va sottosopra!”

“Va bene dai. Senti qua, ma lo faccio in scala 1:1 come questo foglio? In formato A3?”

“Ma no. scherzi Babbo. Fanne tanti piccoli sul foglio A3, così poi quando fai le fotocopie te ne vengono migliaia!!!”

“OK e come lo chiamiamo? Puzzottero: puzzola+elicottero?”

“Ma no dai. Chiamiamolo come quei cosi elettronici che metti di nascosto nel telefono di Giuda per sentire se combina casini. Come si chiamano?”

“Ah, le cimici vuoi dire!”

“Sì, sì, dai. Mi da l’idea di qualcosa di invisibile e fastidioso!”

“Ok, figliolo. Vado a creare!!!”

E così nacque la cimice e ci andò meglio del previsto! Pensate se Nostro Signore l’avesse creato in formato A3.

Spero di avervi fatto sorridere.

Matteo

Annunci